Gnome 3 e Windows 8: le loro UI sono disastrose!

6 dicembre, 2012 9 Commenti »

Steven J. Vaughan-Nichols ha avuto occasione di dire che “Siamo entrati nell’era delle interfacce utente terribili. Windows 8 pare essere il capofila grazie alla presenza di ben due terribili interfacce. Questo non lo penso solo io, ma anche il signore degli analisti di interfacce, Jakob Nielsen. Secondo lui Windows 8 è carente sui tablet, terribile per i PC”.


Ma se Microsoft è sotto accusa, anche GNOME, nonostante sia il leader tra le interfacce Linux, è soggetto a critiche. La sua interfaccia sta perdendo terreno perché mal realizzata in GNOME 3.x. Ma cosa sta succedendo? Stiamo forse dimenticando che una delle regole fondamentali in questo campo è quella che vuole la semplificazione davanti ad ogni altra cosa?

Pensiamo all’interfaccia Metro di Windows 8: questa è abbastanza usabile quando si ha a disposizione un prodotto piccolo e leggero, da tenere in mano. Ma cosa accade quando si utilizza un display da computer e, magari, lo si acquista touch per sfruttare le nuove funzioni? Semplice: ti viene un braccio da gorilla perché ci si deve sforzare di tenere il braccio alzato per lunghi minuti. Una cosa che ha decretato il fallimento dei display touch per pc desktop fin fagli anni 60.

Nielsen fa notare anche un altro grande problema, ovvero che due ambienti diversi sullo stesso device sono un problema serio per l’usabilità. È ovviamente è vero. Con Windows 8 non solo l’utente deve dimenticare tutto ciò che ha imparato a partire da XP e poi ha affinato con l’interfaccia di Windows 7, ma deve anche imparare ad utilizzare due UI diverse per fare le stesse cose che prima faceva con una sola.

Perché Microsoft ha creato questo disastro? Semplice: per cercare di unificare la user experience tra device diversi come smartphone, tablet e PC. Peccato che abbia anche deciso di mantenere qualcosa di simile a Windows 7 per chi non ha accesso a device touch. Ma perché anche GNOME sta cadendo nel baratro dell’inusabilità? Questo è molto più difficile da capire, anche perché dall’interfaccia sono sparite funzionalità utili ed utilizzate dagli utenti solo perché gli sviluppatori le hanno ritenute “troppo complicate da usare”. E l’osservazione fatta non viene da uno qualsiasi, ma da Linus Torvalds, rimasto sconcertato dalla decisione presa da GNOME.

Un ex sviluppatore della UI GNOME ha dichiarato che “GNOME non ha obiettivi”, ed in effetti vista da fuori l’affermazione pare essere corretta. Gli sviluppatori GNOME pensano di sapere meglio degli utenti ciò che questi desiderano, ma le cose non stanno così: prova ne sia il fatto che gli utenti si sono sempre più spesso rivolti verso UI alternative come Cinnamon e MATE, che casualmente sono simili a GNOME 2.x.

Ma anche Apple ha qualche problema, visto che Scott Forstall, la persona dietro l’interfaccia di iOS e OS X è stata licenziata lo scorso mese di ottobre. Al suo posto è stato collocate Jonathan Ive, che prima curava soltanto il design dell’hardware e che ha un gusto estetico completamente diverso. Non è che per caso Ive adesso farà qualche errore grossolano come Microsoft o GNOME?

Fonte: ComputerWorld
Foto: Microsoft / Taringa

Potrebbero interessarti ...

  • danny

    Vorrei sapere che cosa ci guadagnate a fare terrorismo psicologico nei confronti di Gnome. L’interfaccia classica è molto carina e non può essere paragonata a unity o allo stile metro. Questi ultimi sono stati creati per i dispositivi touch screen. Cercate

    di fare informazione seria e imparziale please.

  • Simone Dedo

    Ma sul serio vogliamo paragonare Mentro di Windows 8 a GNOME 3?

    Prima di tutto, tecnicamente GNOME 3 per funzionare bene non deve avere specifiche di risoluzione da soddisfare. Secondo, con GNOME 3 basta un tasto finestre e la combinazione ALT+TAB per lavorare correttamente. Quali sono invece le scorciatoie di metro?

    Nessuna, è pensato per usare il touch screen e non il mouse. Vuoi aprire una calcolatrice su Windows 8? Vai a cercartela… ci metti 4 passaggi per aprirla.

    Vuoi aprire una calcolatrice su GNOME 3? Tasto finestre e scrivi “Calc”.

    Sei ignorante oppure non sai cosa stai scercando? Premi tasto finestre e dai un click su applicazioni o sulla dash delle applicazioni (GNOME 3.6) e hai tutto lì suddiviso anche per categoria.

    Non c’è nulla che non vada concettualmente in GNOME 3, ci ha visto lungo ma la strada è dura e con gli utenti che non entrano nella loro ottica è ancora più dura.

    Da utente Linux, per criticare Windows 8 io l’ho installato e l’ho provato per 1 settimana. L’ho tolto perchè mi faceva venire i nervi, oltre il fatto di avermi impostato un avvio automatico al boot che non mi faceva accedere neanche al BIOS (ed è un netbook abbastanza vecchiotto con Intel atom).

    Sembrava abbastanza veloce il primo giorno che l’ho installato, ma non appena gli installi i primi aggiornamenti e le prime applicazioni utili, non ce la fa più a girare su un doppio processore a 1.66ghz con 1 gb di ram, neanche GNOME 3 se è per questo, ma quello dipende purtroppo dal driver grafico che su Linux non funziona correttamente il PowerVR.

    • LeoStorm85

      Anche in metro ci stanno le scorciatoie. Se vuoi aprire la calcolatrice tasto finestre e scrivi “Calc”. Alt-tab c’è e Win-tab pure. Evidentemente durante quella settimana non l’hai mai avviato Windows 8.

      • paul391

        Concordo con LeoStorm 85. Vuoi aprire la calcolatrice? Premi io tasto win e scrivi calc. Vuoi vedere le applicazioni che hai? Premi il tasto win e “tutte le app” (con il tasto destro del mouse). Evidentemente sei partito dal preconcetto “win fa schifo” quindi qualsiasi cosa non ti andava faceva schifo mentre in gnome se qualcosa non ti andava te la facevi andare diciamo..

        • Simone Dedo

          Probabile, ma voglio riprovare per assicurarmene. Tuttavia, ho anche detto che gnome non detta risoluzioni, al contrario di Windows 8.

      • Simone Dedo

        Da quello che ho provato, il tasto finestre serve per aprirti la schermata “desktop” tradizionale, non per arrivare alla lista di applicazioni come vuoi far credere tu. Ma visto che potrei ricordare male, lo reinstallo in virtuale, così poi posso darne una conferma, caro sapone.

  • Alessandro Lattao

    Gnome 3 è l’interfaccia più elegante e usabile che io abbia mai visto.
    Ha una gestione dei desktop multipli fantastica e con le estensioni è possibile fare praticamente quello che si vuole della ui.
    Ormai va di moda criticare gnome 3. Ridicolo.

  • Stucazz

    Ma stiamo scherzando?? Gnome 3 spacca, mi sono ambientato in 3 nanosecondi e trovo che sia fantastico. Finalmente non devo avere migliaia di icone dei programmi aperti sulla barra! Ecco, se mi parlate di unity o Windows 8 potrei anche essere d’accorso.

  • http://www.facebook.com/mfalchi1 Marco Falchi

    gnome 3 è semplicemente fantastica, la migliore esperienza desktop di sempre! Che senso ha scrivere certe sciocchezze?