Nvidia sta lavorando sui driver Tegra per Linux 3.8

27 novembre, 2012 Nessun commento »

Con il kernel 3.8 che arriverà nei primi mesi del 2013 sarà reso disponibile anche un driver Tegra 2 DRM open source. Nel frattempo, Nvidia sta lavorando ad una patch iniziale per applicare l’accelerazione 2D sui driver mainline del kernel Linux.


La news non ci coglie di sorpresa, visto che per mesi Nvidia ha lavorato alla documentazione pubblica relativa alla grafica della propria soluzione grafica basata sul System on Chip ARM Tegra. Ora è disponibile sia la documentazione 2D per il Tegra, sia, potenzialmente, la documentazione 3D che potrebbe eventualmente essere rilasciata per questo hardware embedded, ma purtroppo nessun segno di cambiamento per quanto riguarda l’architettura GeForce/Quadro.

Il fatto che adesso Nvidia contribuirà alla realizzazione dei driver open source Tegra DRM non è quindi una grande sorpresa, anche perché la stessa Nvidia aveva già offerto un contributo nella fase iniziale dello sviluppo. Le patch precedentemente pubblicate, ad esempio quella per abilitare l’output HDMI, fanno capire quanto possano essere utili gli ingegneri Nvidia per lo sviluppo di questi driver grafici per Linux.

A menzionare l’imminente contributo di Nvidia alla realizzazione dei driver tegra DRM con accelerazione 2D è stato Thierry Reding, lo sviluppatore Linux che ha lavorato inizialmente sui driver Tegra DRM, che li ha citati all’interno di un post sulla mailing list.

Reding ha menzionato il supporto offerto da Nvidia in un post della mailing list perché ora sta decidendo come implementare i driver DDX per Tegra con l’accelerazione. Potrebbe realizzare un driver xf86-video-tegra che potrebbe essere un fork parziale del generico driver xf86-video-modesetting con varie accelerazioni specifiche per il SoC Tegra, o magari utilizzare un approccio più innovativo.

Una delle opzioni che Reding sta considerando è quella di realizzare un miglioramento del generico driver xf86-video-modesetting al quale potrebbero essere applicate specifiche accelerazioni correlate alla GPU, pronte per essere utilizzate anche da altri driver che condividono la stessa base comune. In ogni caso, scopriremo quale sarà la strada seguita nei prossimi mesi.

nvidia

Fonte: Phoronix
Foto: Tech 163

Potrebbero interessarti ...